E un giorno, possibilmente lontano nel tempo, in cui non ci parleremo più, in cui saremo dei perfetti sconosciuti, ti chiederò di vederci per parlare un secondo e li ti guarderò negli occhi, ti dirò tutta la verità e infine che tu voglia o no ti darò un bacio e dopo di ché potrai scomparire per sempre.

hovogliadelletuelabbra
Avrei preferito un pugno nello stomaco.
Avrei voluto piangere, urlare. E invece niente. Ho provato a respirare, ma rimaneva tutto incastrato in gola. M’è sembrato, per un momento, d’esser arrivata alla fine. Avevo quella sensazione di vuoto mista a pianto represso che ho pensato: “qua muoio”.